La Casa M. D'Auria Editore è dichiarata dallo Stato Italiano «Bene culturale di interesse artistico e storico nazionale»
La Casa M. D'Auria Editore è dichiarata dallo Stato Italiano «Bene culturale di interesse artistico e storico nazionale»
 
Sei in » KOINONIA
 
Dettaglio articolo
KOINONIA 28-29 (2004-2005). FORME DELLA CULTURA NELLA TARDA ANTICHITÀ

Codice: 10183
Autore: PERIODICO
ISBN: 88-7092-258-8 - ISSN: 0393-2230
Anno pubblicazione: 2006
Pagine: 248
Richiedi informazioni: Richiedi informazioni

 

Pubblicazione periodica a cura dell'Associazione Sudi Tardoantichi. Atti del Convegno «Forme della cultura nella Tarda Antichità», vol. I.
Sommario: Antonio Garzya, Prolusione - Francesco Amarelli, Esercizio del potere e ricorso alla prassi della consultazione nella tarda antichità. Alle origini del consistorium - Paolo Garbarino, Idee tardoantiche sul processo - Chiara Corbo, I poveri tra Stato e Chiesa nel mondo tardoantico: testimonianze giuridiche - Marco Caputo, Osservazioni in tema di suffragium nel IV sec. d.C. - Concetta Amoroso, Governatori ed élites provinciali nel Tardo Impero: il ruolo dei concilia - Giulia Sfameni Gasparro, Globalizzazione e localizzazione della religione dall'Ellenismo al Tardo Antico. Per la definizione di una categoria storico-religiosa - Claudio Moreschini, Sulla presenza e la funzione dell'aristotelismo in Massimo il Confessore - Gennaro D’Ippolito, Forme e funzioni della poesia nella grecità tardoantica - Gabriele Marasco, Storiografia locale e prospettiva universale nella Storia ecclesiastica di Teodoreto di Ciro - Lietta De Salvo, Aspetti sociali nell'epistolario di Isidoro di Pelusio - Gianfranco Gaggero, Sopravvivenze della cultura indigena nell'area siro-fenicia in epoca tardoantica - Antonino M. Milazzo, I proemi di Elio Aristide nella techne retorica di Apsine di Gadara - Carmelo Crimi, Nazianzenica XIII. I tre racconti della tempesta sedata - Chiara O. Tommasi Moreschini, Aspetti cletici e aretalogici nelle preghiere corippee.
===========================================
LE ANNATE ARRETRATE DELLA RIVISTA SONO DISPONIBILI. PREZZI A RICHIESATA.






 
 
 Carrello
Articoli nel carrello: 0
 
 Login
 
Email:  
Password:  
 
 
 Promozioni
 


OTTAVIO SOPPELSA

DIZIONARIO ZOOLOGICO NAPOLETANO


Il Dizionario Zoologico Napoletano è un’opera unica nel suo genere che ha impegnato l’autore per oltre un decennio di ricerche. I circa 3600 lemmi e le numerosissime varianti riguardano specie distribuite nei vari taxa del regno animale e derivano, oltre che dalla consultazione di numerose opere scientifiche e letterarie, dalla ricerca sul campo. La vasta bibliografia, infatti, spazia in settori eterogenei e ha permesso d’investigare il rapporto uomo-animale in vari ambiti quali l’allevamento, l’agricoltura, le arti, i mestieri, gli usi quotidiani e persino i culti apotropaici. L’arco temporale si sviluppa dalle civiltà dei popoli italici, attraversa la cultura magno-greca, passa per Plinio, Virgilio, Federico II, Ferrante Imperato, Giambattista della Porta, attraversa il XVIII secolo in un fiorire di studi e storie di cui oggi si avverte solo una flebile traccia, fino a giungere ai nostri giorni. L’uso dei termini è testimoniato dalla fraseologia che comprende citazioni tratte dai classici, dai proverbi e dai modi di dire. L’approccio zoologico ha permesso di chiarire alcune etimologie e di proporne altre che sfuggivano al solo aspetto filologico.
Il Dizionario Zoologico Napoletano non è una celebrazione del passato, non una nostalgica cartolina ma la testimonianza del sapere di un popolo e della sua capacità di partecipare all’armonia della Natura.


 

 M. D'AURIA EDITORE s.a.s. - Calata Trinità Maggiore 52-53 - 80134 - Napoli (NA) - Italia
 Tel: (+39) 081.5518963 - Fax: (+39) 081.19577695 - Email: info@dauria.it ; dauriaeditore@pec.it - P.IVA: 03350720631 - C.FISCALE: 03350720631
E-Commerce powered by CyberNET