La Casa M. D'Auria Editore è dichiarata dallo Stato Italiano «Bene culturale di interesse artistico e storico nazionale»
La Casa M. D'Auria Editore è dichiarata dallo Stato Italiano «Bene culturale di interesse artistico e storico nazionale»
 
Sei in » FONTI TEATINE
 
Dettaglio articolo
SANT'ANDREA AVELLINO E I TEATINI NELLA NAPOLI DEL VICEREGNO SPAGNOLO. Arte, religione, società. I-II

Codice: 9788870923308
Autore: AA. VV.
ISBN: 978-88-7092-330-8
Anno pubblicazione: 2012
Pagine: 1352
Richiedi informazioni: Richiedi informazioni
Novità Promo

 

Due volumi di 1352 pp., con 600 documenti, 24 tavole a colori, 344 tavole in b/n.

"Il 9 novembre del 2007, nell’antico refettorio della Casa teatina di San Paolo Maggiore, in occasione dell’apertura delle celebrazioni per i 400 anni della morte di sant’Andrea Avellino (†1608-2008), fu promossa dalla Provincia d’Italia dei Chierici Regolari Teatini una Giornata di studi dedicata a "S. Andrea Avellino e il suo tempo".

In quella circostanza furono presentate dieci relazioni che toccarono gli aspetti più diversi della presenza teatina nella Napoli spagnola: dalla ‘personalità’ di Andrea Avellino al "modello" di santità proposto dai Teatini così come appare nei processi di canonizzazione di alcuni di essi, dal disciplinamento devozionale al "governo delle anime", dalle istituzioni socio-assistenziali ispirate al loro carisma ai monasteri femminili da loro ‘guidati’, dalla diffusione del culto di sant’Andrea Avellino nell’Italia meridionale alla sua ‘presenza’ nell’arte figurativa insieme al patriarca Gaetano Thiene e il ruolo dei due santi nella definizione architettonica delle chiese teatine napoletane. […]

Ma a tali contributi si sono aggiunti altri materiali preparati da studiosi che non poterono partecipare a quella Giornata di studi; si tratta sia di nuove acquisizioni documentarie sia di saggi di ambito storico-artistico, musicale e socio-antropologico, aspetti cioè che della storia religiosa sono premessa e conseguenza.

In questi due volumi, la cui pubblicazione cade significativamente alla vigilia di una seconda ricorrenza avelliniana, quella del terzo centenario della canonizzazione del santo di Castronuovo (1712-2012), sono dunque raccolte sia le relazioni lette il 9 novembre 2007 a San Paolo Maggiore opportunamente preparate per la stampa e corredate, quindi, di note critico-bibliografiche, apparati documentari (oltre 600 docc.) ed eventuali illustrazioni sotto forma di tavole in b/n, sia i contributi degli studiosi assenti in quella circostanza ma ampiamente coinvolti nell’ambizioso progetto, costantemente seguiti e ‘sollecitati’ con discrezione [per un totale di 23 contributi].

Il primo volume contiene i saggi dedicati più specificamente alla figura di Andrea Avellino, del quale si rendono noti nuovi documenti o si riconsiderano e trascrivono fonti già conosciute ma meglio contestualizzate in una sede più idonea. Seguono i contributi storico-religiosi dedicati al ruolo dei Teatini nella Napoli del viceregno spagnolo sul piano ‘politico’, pastorale e sociale, ai quali si aggiungono alla fine del volume un saggio sull’importanza per la cultura napoletana delle biblioteche delle tre principali Case teatine cittadine, e un consistente numero di polizze bancarie relative a tutte le chiese e alle case dell’Ordine a Napoli, che fanno da preludio documentario ai contributi storico-artistici contenuti nel secondo volume.

Nel secondo volume di questi Studi sono pubblicati, quindi, i saggi dedicati all’architettura, alla pittura, alla scultura e alla musica nelle chiese teatine napoletane con particolar riferimento a San Paolo Maggiore, ai Santi Apostoli e a Santa Maria degli Angeli a Pizzofalcone. Per questo motivo il necessario corredo iconografico è concentrato in tale volume [per un totale di 24 tavv. a colori e 344 in b/n]. […]" [dalla Presentazione del curatore Domenico Antonio D’Alessandro].

INDICE DEI DUE VOLUMI NELLA CARTELLA ALLEGATI.

Indice dei due volumi Download
 
 
 Carrello
Articoli nel carrello: 0
 
 Login
 
Email:  
Password:  
 
 
 Promozioni
 


OTTAVIO SOPPELSA

DIZIONARIO ZOOLOGICO NAPOLETANO


Il Dizionario Zoologico Napoletano è un’opera unica nel suo genere che ha impegnato l’autore per oltre un decennio di ricerche. I circa 3600 lemmi e le numerosissime varianti riguardano specie distribuite nei vari taxa del regno animale e derivano, oltre che dalla consultazione di numerose opere scientifiche e letterarie, dalla ricerca sul campo. La vasta bibliografia, infatti, spazia in settori eterogenei e ha permesso d’investigare il rapporto uomo-animale in vari ambiti quali l’allevamento, l’agricoltura, le arti, i mestieri, gli usi quotidiani e persino i culti apotropaici. L’arco temporale si sviluppa dalle civiltà dei popoli italici, attraversa la cultura magno-greca, passa per Plinio, Virgilio, Federico II, Ferrante Imperato, Giambattista della Porta, attraversa il XVIII secolo in un fiorire di studi e storie di cui oggi si avverte solo una flebile traccia, fino a giungere ai nostri giorni. L’uso dei termini è testimoniato dalla fraseologia che comprende citazioni tratte dai classici, dai proverbi e dai modi di dire. L’approccio zoologico ha permesso di chiarire alcune etimologie e di proporne altre che sfuggivano al solo aspetto filologico.
Il Dizionario Zoologico Napoletano non è una celebrazione del passato, non una nostalgica cartolina ma la testimonianza del sapere di un popolo e della sua capacità di partecipare all’armonia della Natura.


 

 M. D'AURIA EDITORE s.a.s. - Calata Trinità Maggiore 52-53 - 80134 - Napoli (NA) - Italia
 Tel: (+39) 081.5518963 - Fax: (+39) 081.19577695 - Email: info@dauria.it ; dauriaeditore@pec.it - P.IVA: 03350720631 - C.FISCALE: 03350720631
E-Commerce powered by CyberNET